» » »

Psico-oncologia Bologna

Queste pagine offrono interessanti e utili approfondimenti e informazioni locali che ti possono aiutare ad avere tutte le informazioni che ti servono per quanto riguarda la salute. In particolar modo stiamo parlando dei tumori e di come vengono affrontati con la psico-oncologia.. Leggi l'approfondimento di www.infosalute.info e consulta la lista di specialisti a Bologna.

Imprese Locali

Per tutte le informazioni relative a questa pagina contatta:nSphere.
Casa Di Riposo Istituto Sant'Anna E Santa Caterina
848 785497
v. Vizzani 35
Bologna

Informazione fornita da
Frassineti Dr. Andrea
051 392022
v. Fossolo 32
Bologna

Informazione fornita da
Greco Dr. Federico
(348) 262-6705
v. Dante 17
Bologna

Informazione fornita da
Cadiai Cooperativa Sociale
(051) 741-9001
v. Boldrini 8
Bologna

Informazione fornita da
Centro Medico Eudermico Italiano
051 252770 051 242895
v. Milazzo 5
Bologna

Informazione fornita da
Magnani Dott. Maurizio
051 240183
v. Marconi 36
Bologna

Informazione fornita da
Centro Dermatologico Srl
051 391884 051 6360565
vl. G. B. Ercolani 8
Bologna

Informazione fornita da
Villa Serena Srl
051 477011 051 481194
v. Toscana 219
Bologna

Informazione fornita da
A.S.P. Giovanni Xxiii
(051) 620-1311
vl. Roma 21
Bologna

Informazione fornita da
Dott. Daniele Fasano
051 555447
v. Brugnoli 5
Bologna

Informazione fornita da
Informazione fornita da

AFFRONTARE IL CANCRO CON LA PSICO-ONCOLOGIA

Specialisti in oncologia e psicologi insieme per curare i disturbi psicologici dei malati di tumore

06.01.2011.  La diagnosi di un tumore e il periodo di cura sono momenti non solo difficili ma traumatici per il paziente e la sua famiglia. Non solo, il fattore psicologico gioca un ruolo fondamentale, come è emerso dallo studio di casi di pazienti con tumore, nell’esito delle cure. Ecco, quindi che una terapia che tende a trascurare la psiche del malato può ostacolare, non solo il buon esito della terapia, ma addirittura causare un peggioramento dell’infermità.
Da questa consapevolezza nasce una nuova disciplina che sempre più sta prendendo piede tanto nel nostro sistema sanitario quanto in quello di altri paesi: la Psico-oncologia. Nata dall’incontro tra lo studio oncologico e gli studi psicologici-psichiatrici, questa branca mira a curare i disturbi psicologici dei malati di tumore e soprattutto offre degli strumenti necessari tanto al malato quanto alla sua famiglia per affrontare le conseguenze psicosociale del cancro. Entra, quindi, a pieno titolo all’interno di un discorso di prevenzione, valutazione e trattamento della malattia, mostrandosi strumento importante anche per il personale che ruota intorno al paziente.Per comprendere l’importanza e gli obiettivi della psico-oncologia è necessario capire in quale stato di crisi entri la persona che scopre di avere un tumore; si tratta di un vero e proprio cambiamento traumatico che influisce direttamente sul modo in cui la persona guarda alla vita e, di conseguenza, affronta la malattia. Fondamentalmente il paziente deve affrontare tre principali cambiamenti: la consapevolezza della malattia; il cambiamento dell’atteggiamento dei familiari che si mobiliteranno per aiutare il proprio caro; l’alterazione del proprio equilibrio.
La psico-oncologia si pone nell’ottica di guidare il malato e i suoi cari ad affrontare la nuova condizione, prima nella sua accettazione, poi nella convivenza con essa, mirando a stimolare nel paziente l’autostima, la tensione a reagire e a sconfiggere la malattia; il lavoro sulla psiche e sull’atteggiamento verso il tumore, infatti, rafforza le difese immunitarie e incrementa le possibilità di successo della terapia, rendendo il corpo più recettivo alle cure e, soprattutto, più stimolato e motivato a combattere. Ciò diventa tanto più necessario, se si pensa a come il cancro sia fra le malattie che più richiedono uno sforzo costante, tanto fisico che psicologico, non solo della persona affetta ma anche della sua famiglia. Un fattore importante, quello dell’interazione paziente-famiglia-èquipe medica, che la psico-oncologia mira a rafforzare affinché il malato si senta supportato e accompagnato nel percorso di terapia.
La diagnosi di un tumore, inoltre, e la fase di cura sono dei momenti delicati ...

Clicca qui per leggere il resto dell' articolo su Infosalute