» » »

Prevenire il colesterolo Matera

Queste pagine offrono interessanti e utili approfondimenti e informazioni locali che ti possono aiutare ad avere tutte le informazioni che ti servono per quanto riguarda la salute. In particolar modo stiamo parlando di colesterolo e come si previene il colesterolo cattivo altamente malevolo per il nostro organismo. Leggi l'approfondimento di www.infosalute.info e consulta la lista di specialisti a Matera.

Imprese Locali

Per tutte le informazioni relative a questa pagina contatta:nSphere.
Azienda Ospedaliera Potenza - Ospedale San Carlo
(097) 161-1111
ctr. Macchia Romana
Potenza

Informazione fornita da
Studio Radiologico E Terapia Fisica Manfredi
(083) 533-1802
via XX Settembre 48 Pal Manfredi
Matera
 
Istituto Zooprofilattico Sperimentale Puglia E Basilicata
via Lupo Protospata, 51
Matera
 
Associazione Italiana Assistenza Spastici - A.I.A.S.
piazza Mulino, 10
Matera
 
Dr. Prof. Vincenzo Pagliara
089 220310 089 224115 339 8081041
p. Diciotto Agosto 10
Potenza

Informazione fornita da
Croce Azzurra Soc. Coop A Mutualitá Prevalente
(083) 533-1314
via Santa Cesarea, 49
Matera
 
Centro R.H.A.M. Benessere Di Cristiano Anna Maria
(083) 538-7067
via La Croce, 37
Matera
 
Centro Radiologico Lucano Di Amendolara Maria Cristina
(083) 533-2322
via Lupo Protospata, 27 29
Matera
 
Informazione fornita da

PREVENIRE IL COLESTEROLO CATTIVO CON I MIRTILLI

Consigli per una dieta sana: le sostanze nei mirtilli influirebbero sul metabolismo del colesterolo cattivo

12.09.2011. Non c'è alcun dubbio sul fatto che i mirtilli facciano bene alla salute. Tutti conoscono le loro proprietà antiossidanti (fondamentali per contrastare i radicali liberi e prevenire l'invecchiamento), di rafforzamento dei vasi sanguigni, di rigenerazione della porpora retinica. Inoltre, le sostanze contenute nel mirtillo (principalmente vitamina C) svolgono un'azione antinfiammatoria, antiulcera e antiaterosclerotica. Quello che molti non sospettavano, però, era che i benefici che si potessero trarre da questo succoso frutto si estendessero anche alla quantità di colesterolo cattivo presente nel sangue. È quanto ha dimostrato una ricerca condotta da Wallace H. Yokoyama, pubblicata sull' “US Department of Agriculture” (USDA). I ricercatori, guidati da Yokoyama, hanno effettuato lo studio su alcuni criceti da laboratorio; durante l'esperimento, che prevedeva un'alimentazione per alcuni criceti ricca di bucce di mirtilli, gli studiosi hanno potuto osservare che il potere benefico del mirtillo contrasterebbe la formazione del colesterolo cattivo (VLDL). In particolare, le proprietà del mirtillo aiuterebbero a ridurre del 44% il colesterolo cattivo presente nel sangue. Questo perchè le sostanze contenute nel mirtillo interferirebbero con alcuni geni presenti nel fegato, ovvero quei geni...

Clicca qui per leggere il resto dell' articolo su Infosalute