» » »

Oculista Modena

Queste pagine offrono interessanti e utili approfondimenti e informazioni locali che ti possono aiutare ad avere tutte le informazioni che ti servono per quanto riguarda la salute. In particolar modo stiamo parlando delle varie patologie della cornea. Se abbiamo problemi visivi rivolgiamoci a un oculista. Leggi l'approfondimento di www.infosalute.info e consulta la lista di specialisti a Modena.

Imprese Locali

Per tutte le informazioni relative a questa pagina contatta:nSphere.
Aldo Rossi
Via Sgarzeria 10
Modena
Specializzazione
Chirurgo, Oncologo

Informazione fornita da
Rinaldi Studio Odontoiatrico Associazione Professionale
059 230288
vl. Mart. Liberta' 6
Modena

Informazione fornita da
Azienda Unita' Sanitaria Locale Di Modena
059 435111
v. S. G. Cantone 23
Modena

Informazione fornita da
Waddan Center Srl
059 212090
v. Tiraboschi 55
Modena

Informazione fornita da
Barbanti Silva Carlo
059 222761
v. Farini 50
Modena

Informazione fornita da
Fisio Line Poliambulatorio
059 303201
p. Manzoni 4
Modena

Informazione fornita da
Studio Dentistico Dallari Dr. Adriano & Rovatti Dr. Laura & Dallari Dr. Beatrice
059 241029 059 644323 340 8615891
vl. Verdi 59
Modena

Informazione fornita da
Villa Anna
059 318171
v. Canaletto 1004
Modena

Informazione fornita da
Barron Tello Dr. Manuel Maria
059 450505 348 6606677
v. Buozzi 241
Modena

Informazione fornita da
Casaverde Spa
059 361384
v. Pozzo 6
Modena

Informazione fornita da
Informazione fornita da

NUOVA TERAPIA CON MICROSFERA PER GRAVI MALATTIE DELLA RETINA

Nuova terapia con microsfera per gravi malattie della retina, la prima in Toscana di questo tipo, al policlinico Santa Maria alle Scotte. Il professor Aldo Caporossi, direttore UOC Oculistica, insieme alla sua équipe della retina medica composta dai dottori Claudio Traversi, Elisabetta Nuti e Gianluca Martone, ha introdotto una nuova metodica per le malattie della retina basata su un’iniezione intravitreale con la particolare tecnica di una microsfera. “Inseriamo nel vitreo una micropillola di cortisone composta da 700 microgrammi di desametasone - spiega Caporossi - legato ad un materiale che si dissolve progressivamente e che rilascia lentamente ed in modo omogeneo il principio attivo in forma micronizzata, riducendo gli effetti collaterali”. Si tratta di una terapia cortisonica (RCR) che consente di agire direttamente sulla retina, in particolare sull’edema retinico dei pazienti affetti da trombosi retinica e, in un prossimo futuro, sui pazienti affetti da edema diabetico ed altri tipi di edema retinico.

Clicca qui per leggere il resto dell' articolo su Infosalute.info