» » »

Antistaminici Rieti

Queste pagine offrono interessanti e utili approfondimenti e informazioni locali che ti possono aiutare ad avere tutte le informazioni che ti servono per quanto riguarda la salute. In particolar modo stiamo parlando di allergie e dell'utilizzo di antistaminici per curarle. Leggi l'approfondimento di www.infosalute.info e consulta la lista di specialisti a Rieti.

Imprese Locali

Per tutte le informazioni relative a questa pagina contatta:nSphere.
Dr. A. Torre Farmaceutici Srl
027 385540
viale Enrico Forlanini, 15
Milano
 
Pfizer Holding Italy Srl
strada Statale 156 Km, 50
Latina
 
Kemifar Srl
(029) 390-6313
via Federico Borromeo, 4
Rho
 
Ribbon Srl
via Boito 13 Taccona
Muggiò
 
D.S.A. Snc Di Donato Stefano
via Cardines, 8
Messina
 
Lindenberg Di Cocchetti Luigi & C. Snc
(037) 283-8369
strada Statale 10 Padana Inferiore Km, 228 8
Gadesco Pieve Delmona
 
Kelemata Spa
via Castellana, 120
Martellago
 
Renalge Srl
via Pra Fontana, 55 2
Valdobbiadene
 
Vicuron Pharmaceuticals Italy Srl
via Roberto Lepetit, 34
Gerenzano
 
Terhormon Srl
(032) 188-2817
via Per Nibbiola SNC
Terdobbiate
 

UNA RICERCA ITALIANA STUDIA UN'ALTERNATIVA AGLI ANTISTAMINICI

In futuro si potranno contrastare in un modo differente le reazioni allergiche dovute all'istamina

09.04.2011. Oggi le persone allergiche hanno un solo modo per contrastare i sintomi conseguenti a questo stato: gli antistaminici, ma in futuro potrebbe non essere più così grazie ad una ricerca italiana dell'equipe dell'Università La Sapienza di Roma realizzata in collaborazione con l'Università di Oxford.
I ricercatori sono riusciti infatti ad individuare la molecola, denominata NAAPD, che causa la reazione infiammatoria in seguito all'azione dell'istamina, una sostanza in grado di produrre degli effetti biologici legati anche ad un aumento di calcio nelle cellule.
Dopo averla identificata gli studiosi hanno bloccato i recettori NAADP eliminando così gli effetti dell'istamina sull'organismo, particolarmente fastidiosi per la loro rapidità di azione sulle cellule endoteliali. Quindi la novità di questo studio, che potrebbe rivoluzionare il trattamento delle allergie a base di antistaminici, sta nella concentrazione sulle singole molecole.
Antonio Filippini, che ha firmato la ricerca, spiega: “Clinicamente il singolo blocco dei recettori dell’istamina (ottenuto con i farmaci anti-istaminici H1 di seconda generazione) dimostra in alcuni casi un’utilità limitata in quanto non vengono bloccate le complesse interazioni e gli effetti ridondanti dei differenti agenti infiammatori. Il nostro studio...

Clicca qui per leggere il resto dell' articolo su Infosalute